Non risulti loggato.

Ciao!
Bentornato su pallavoloromana.it.

Come avrai notato, dopo questa lunga vacanza, abbiamo deciso di non tenere i dati "vecchi" e di ripartire da zero. Per questo, anche se in passato eri già un utente del forum, è necessario registrarti nuovamente.

avatar
  • "fedepelasco" ha iniziato questa discussione

Posts: 12

Nome: Federico

Cognome: Mariani

Città: Roma

Società: ---

Incarico: Allenatore

Ruolo: ---

  • Invia messaggio privato

1

Dico la mia su questi Eurovolley

dopo diverso tempo mi sono veramente riappassionato a questa squadra. L'argento secondo me è un successone anche perchè la Russia, attualmente, è più alta di diversi gradini. E non deve deviarci il set vinto perchè questa Russia, nonostante le enormi potenzialità, ha un carattere e una testa che la porta a vivere momenti di tensione agonistica quando potrebbero asfaltare chiunque.
Per i nostri azzurri, quasi tutti molto giovani, essere arrivati secondi deve essere motivo di orgoglio; non nascondo che proprio l'altro giorno ho pensato che arrivare in semifinale dopo aver battuto una sola squadra degna di nota (la Bulgaria) non è un motivo di vanto, ma quello che mi è piaciuto di questra squadra è stata la capacità di non farsi schiacciare quasi mai dagli avversari e di, quando questo è successo (tranne con la Russia), rialzarsi subito dimostrando molta unione e coesione in campo.
Hanno sicuramente pesato le condizioni fisiche di Savani e Parodi (martelli titolari) e il fatto che Kovar (che io considero un buonissimo giocatore) in questo europeo ha deciso di non saper ricevere e quando in campo ci sono stati Zaytsev e lui erano brividi.
Birarelli ha dimostrato di essere un ottimo giocatore e sarà da esempio per Beretta, Piano e Mazzone (gli ultimi due ottimi contro le squadre di basso livello). Il primo, in particolare, ha dimostrato di essere sulla strada giusta per il "grande salto" anche se gli manca il giocare a certi livelli.
Rossini mi è piaciuto molto.
Travica, ogni volta che lo vedevo in tv, aveva sempre quei 5/6 punti di buio totale...in queste partite invece è stata una presenza costante.
Da rivedere qualcosa a banda...anche se con questi infortuni non si può fare un'analisi precisa.
Dico poi una cosa "forte": per anni mi sono sempre chiesto se, in un ruolo importante come l'opposto, avremmo trovato il nuovo Zorzi...beh credo che Vettori mi ha dato questa sensazione.
Giocatore non "televisivo", poche parole ma una capacità di usare il polso e il braccio e una varietà di colpi che mi hanno ricordato lui...ed è giovanissimo e se non si (s)monta la testa
secondo me potremmo aver trovato l'opposto che da anni manca a questa nazionale....non me ne voglia Zaytsev, che è un fabbro, ma non ha la manualità di Vettori. Fossi in Berruto chiederei all'allenatore di Macerata di insegnare a ricevere bene a Zaytsev perchè tenere in panca Vettori è uno spreco...e secondo me, come opposto, lo zar gli è superiore solo a muro.

I complimenti vanno anche, e soprattutto, al collega Berruto: dopo un paio di auto-dichiarati fenomeni come Montali e Anastasi, a me piace molto questo allenatore per come gestisce la squadra e le partite e per come ha preso questo progetto di rinnovamento/ringiovamento...non è semplice prendere tanti ragazzi alle prime armi e "rischiare" la debacle.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "fedepelasco" (30. settembre 2013, 10:32)


avatar

Posts: 75

Nome: Roberto

Cognome: De Santis

Città: Roma

Società: APD ROMA XV

Incarico: ---

Ruolo: Libero

n° maglia: 1

  • Invia messaggio privato

2

Concordo su quasi tutto anche se, di questi tempi, rinunciare al servizio ed al muro dello ZAR per noi è stato un lusso che non ci possiamo permettere :( e vederlo rientrare proprio su VETTORI, ultimo "reduce" rimasto ad impensierire i RUSSI, mi è sembrato un vero e proprio segno di resa ;( che la squadra ha subito recepito. :wacko:

In ogni caso complimenti per l'ottimo piazzamento ai nostri azzurri :thumbup: abbiamo tempo per rifarci e cancellare gli scandalosi parziali al servizio e quella difesa russa al centro del nostro campo che ... non poteva/doveva cadere :cursing:

avatar

Posts: 63

Nome: Fabrizio

Cognome: Tozzi

Città: Roma

Società: ASD Nuovo Salario

Incarico: Allenatore

Ruolo: ---

  • Invia messaggio privato

3

Al di là delle mille considerazioni possibili sull'andamento di questo europeo, due pensierini personali...

1) Se Travica è realmente il miglior alzatore che il movimento pallavolistico italiano oggi può offrire siamo messi malino. Discontinuo ed molto impreciso, forse l'unico pregio certo che gli si può ascrivere è l'altezza. Personalmente lo ritengo un giocatore mediocre e spero che Berruto, avendone la possibilità, faccia scelte diverse nelle prossime competizioni per quanto riguarda la regia... Abbiamo pescato Beretta in A2, diamo un'occhiata anche ai palleggiatori!

2) Mi sono innamorato di Vettori :love: (mia moglie se ne farà una ragione!) Più tecnico rispetto agli opposti/orchi che vanno tanto di moda oggi, gesto tecnico fluido, elegante e bello da vedere, contro la Russia tremendamente efficacie ma soprattutto giovane! Spero che il ragazzo sia messo in condizione di crescere e migliorare ancora, perchè veramente potrebbe essere l'opposto che aspettiamo da quando Zorzi ha chiuso con la nazionale!!!
CHI SEMINA RACCOGLIE MA CHI RACCOGLIE
SI CHINA E A QUEL PUNTO E' UN ATTIMO

Posts: 1

Nome: Simone

Cognome: Carnevale

Città: Roma

Società: ---

Incarico: ---

Ruolo: ---

  • Invia messaggio privato

4

Concordo pienamente su Vettori, un giocatore che toglie davvero le castagne dal fuoco in attacco vista la nostra titubante ricezione.......

Travica è davvero scolastico, se la squadra va male, lui è il primo a calare e a non riprendersi, spesso impreciso, raramente smista il gioco lasciando l'attaccante con muro ad uno !

Berruto lo apprezzo tantissimo fuori dal campo, sempre attento e profondo, mediamente per le sue scelte tecniche, per nulla per il suo continuo litigare con pressoché tutti gli allenatori e giocatori avversari durante le partite, perché lo fa????

avatar

Posts: 63

Nome: Fabrizio

Cognome: Tozzi

Città: Roma

Società: ASD Nuovo Salario

Incarico: Allenatore

Ruolo: ---

  • Invia messaggio privato

5

Berruto lo apprezzo tantissimo fuori dal campo, sempre attento e profondo, mediamente per le sue scelte tecniche, per nulla per il suo continuo litigare con pressoché tutti gli allenatori e giocatori avversari durante le partite, perché lo fa????


Assolutamente d'accordo!
CHI SEMINA RACCOGLIE MA CHI RACCOGLIE
SI CHINA E A QUEL PUNTO E' UN ATTIMO